Rnre.eu

Hai un Account? Accedi
Volontariato
rnre.eu

Frequenze e Norme

FREQUENZE OPERATIVE NELLE EMERGENZE

I radioamatori volontari, durante le operazioni di radiocomunicazioni d’emergenza, devono attenersi strettamente al band plan definito a livello internazionale e nazionale. Quindi evitare, su queste frequenze, qualunque altro tipo di trasmissione non legato a queste operazioni. 

in caso di calamità, al fine di lasciare libere queste frequenze, i coordinatori nazionali nominati dal GAREC, sono tenuti a dare informazioni della stessa.

Nel mondo

Il Garec ha definito  un piano di frequenze da utilizzare durante le comunicazioni in emergenza nelle  3 Regioni IARU.

Il piano aggiornato secondo le modifiche apportate nel convegno mondiali di Tokyo 2009 prevede:

REGIONE 1

REGIONE 2 

REGIONE 3

3.760  
3.750/3.985 3.760
7.060/7.110 
7.060/7.240/7.290 
7.060
14.300 14.300 14.300
18.160 18.160 18.160
21.360 21.360 21.360


In Italia

Rete d’emergenza in fonia tra Sala operativa del Dipartimento e Di.Co.Mac.:

  • 7.045 - 6.990 Mhz
  • 3.643,5 Mhz

Rete delle Prefetture:

  • Fonia: 7.045-3.643 Mhz
  • PSK31: 6.990-3.580 Mhz

Reti VHF-UHF:

  • Vengono utilizzati i Link nazionali Analogico e Digitale del CISAR
  • ponti radio fissi di proprieta' delle strutture aderenti a RNRE
  • ponti ripetitori mobili a copertura delle aree colpite dall’emergenza

 

Il RNRE

Il RNRE utilizza per le esercitazioni e le emergenze le seguenti frequenze e modalità operative.

FONIA HF 
Le frequenze sono quelle stabilite dalla IARU per le Radio Emergenza per tutta le Regione: 7.060 Khz e 3.760 Khz. La stazione capomaglia a livello nazionale è IQ1HR.

PACTOR HF
I collegamenti pactor vengono effettuati dall'intera rete RNRE operando attraverso Winlink. La stazione capomaglia nazionale è IZ1SCO@winlink.org. La rete è composta da stazioni fisse, mobili su UM e portatili in valigetta operanti sulla rete Winlink 2000 su RMS EMCOMM

VHF/UHF

E' composta da ponti ripetitori fissi e trasportabili dislocati su tutto il territorio nazionale. Essi sono di proprietà delle strutture aderenti ad RNRE ed, in caso di emergenza, di tutte le associazioni di radioamatori.
Il raggruppamento opera anche sulla frequenza assegnatogli dal ministero 169.96250 Mhz


ECHOLINK
Le stazioni del raggruppamento operano anche attraverso la rete Echolink ed i nodi sono resi noti di volta in volta.

TEAMSPEAK
E' operativa una stanza specifica denominata Coordinamento RNRE a cui possono accedere, utilizzando specifiche passwords i responsabili nazionali ed i coordinatori, in caso di emergenze.




PROCEDURE OPERATIVE IN HF IN CASO DI EMERGENZE INTERNAZIONALI

 Scarica il documento in inglese (formato PDF)
 Scarica il documento in italiano (formato PDF)


1. Generalità

Le trasmissioni radioamatoriali sono un servizio di comunicazione previsto dalla I.T.U. (International Telecommunications Union). Nell’ambito di questi servizi, il traffico, in caso di emergenza, ha una priorità assoluta rispetto alle normali trasmissioni. Un operazione di emergenza richiede un efficiente controllo del traffico. Poichè L’efficienza di una comunicazione non è così evidente nel servizio radioamatoriale, ogni operatore  deve avere la miglior preparazione possibile per pensare e reagire al meglio.

2. Misure in caso di emergenza

  • Se si ascolta la parola  “emergency”, “welfare trafic” o l’abbreviazione QUF, occorre interrompere le trasmissioni ed ascoltare.
  • Se si riceve tale traffico, occorre restare  in attesa, effettuare  il monitoraggio sulla frequenza e scrivere tutto quello che si ascolta.
  • Non abbandonare la frequenza fino a quando non si è sicuri sia di non poter essere d’aiuto e sia che la stazione chiamante stia ricevendo aiuto.
  • Non trasmettere prima di non avere la  sicurezza  che si possa  essere d’aiuto.
  • Seguire  le istruzioni che la  “stazione di controllo del traffico”, se esiste, sta inviando.
  • Il traffico è controllato dalla stazione che opera in emergenza o dalla stazione da questa incaricata.
  • Usare  messaggi brevi e non trasmettere informazioni inutili.
  • In caso di interferenze da parte di altre stazioni, la stazione di controllo del traffico in emergenza o, le stazioni da questa incaricate, dovranno trasmettere la parola “emergency”, “welfare traffic”, “stop sending” o QUF alle stazioni interferenti.

Occorre acquisire le informazioni usando questo schema:

Quando   data, orario, frequenza
Dove       luogo dell’emergenza
Cosa      cosa è successo, cosa c’è da fare
Come     come possiamo essere d’aiuto
Chi          capire chi è capace di dare un aiuto


3. Limiti della comunicazione


Quelle radioamatoriali, possono essere in caso di emergenza l’ultima possibilità per  comunicare, limitatevi a queste. Lasciare i consigli e la pianificazione degli aiuti alle persone ed istituzioni che gestiscono l'emergenza.

4. Tipi di messaggio

Stabilire il contatto con le persone e le organizzazioni delegate all’emergenza o alle attività di soccorso ed aiutarle  a gestire le loro comunicazioni. Le comunicazioni sono molto più efficenti se il messaggio raggiunge la sua destinazione scritto esattamente come è stato originato. Quindi, ogni responsabile che invia un messaggio, deve scriverlo (tipo telegramma) con indirizzo del destinatario e firma del mittente completi.

Esempio:

Dott. Brown river city (indirizzo)
Riferisco Suo messaggio 16 novembre 
1230 utc stop quante unità di xyz occorrono? (testo)
smith red cross seatown (firma)


5. Preambolo

La stazione che invia un messaggio attraverso la rete di comunicazione radiamatoriale deve farlo precedere sempre da un preambolo. Quest'contiene le seguenti informazioni secondo la sequenza sotto riportata:

  • Numero
  • Priorità
  • Stazione di partenza
  • Controllo (N° delle parole nel testo)
  • Luogo d’origine
  • Orario di compilazione
  • Data di compilazione

Il numero è di tipo seriale assegnato al messaggio.

La priorità può essere:

  • E  emergenza
  • P  prioritario
  • R  routine

La stazione di partenza è il nominativo della stazione che per prima trasmette il messaggio.
Luogo d’origine è quello (città, paese, nave) da dove è trasmesso.
La data e l’ora in UTC sono quelle in cui il mesaggio è stato scritto.

Esempio

Nr.32 p XY1ZZ 26 pool town 2215 jan 14
Red cross lake city
Per favore inviateci informazioni relative alle seguenti persone stop smith harbour street 4 stop adam brown and family water avenue 16 stop eva black rain way 28 stop
Information bureau for river district disaster


Preambolo sintetico
Nel traffico VHF-FM, dove la comunicazione è più semplice, si può usare un preambolo più sintetico così composto:

  • Numero
  • Stazione di origine
  • Orario di compilazione

Il numero è seriale ed indica ogni messaggio

Per stazione di origine si intende il nominativo della stazione che per prima trasmette in aria il messaggio.

L’orario di compilazione è quello in cui il messaggio è stato composto:

Esempio

Nr 4 XYZ1ZZ 1832=
Hospital lake city=
Necessarie ancora 2 ambulanze in harbour street=


6. Esempio di operazioni in fonia

-YX1AA qui è XY1ZZ ,ho un messaggio,cambio
-qui è YX1AA,sono pronto,cambio
-inizio messaggio,numero 4,
x-ray yankee  uno  zulu zulu
uno otto tre due
diretto a  hospital lake
-testo
-ancora due ambulanze necessarie in Harbour street
-fine messaggio cambio
-ripeti la parola dopo “ancora” cambio
-ancora ambulanze cambio
-ricevuto numero quattro YX1AA fine
-ok XY1AA qrv k

7. Esempio di operazione in cw

-YX1AA de XY1ZZ qtc k
-de YX1AA qrv k
--Nr 32 p XY 1 AA 24 poor town 2215 Jan 14
-red  cross lake city
pls inviate informazioni
ufficio informazioni per river district disaster
-wa please k
-please send k
-de YX1AA qsl 32 sk
de XY 1ZZ ok sk

inizio messaggio             -.-.-.
segno di separazione     -…-
fine messaggio                .-.-

8. Alfabeto fonetico

Per evitare confusione occorre utilizzare il seguente alfabeto fonetico (NATO).

 


9. Abbreviazioni speciali in emergenza per RTTY/CW

QOD 
Puoi comunicare con me in…  Si posso comunicare con te in…
olandese
1 Inglese
2 francese
3 tedesco
4 greco
5 italiano
6 giapponese
7 norvegese
8 russo
9 spagnolo
QTV  
Debbo restare in tua attesa sulla frequenza…..kHz (dalle ore…alle ore….  )?
Resta in mia attesa sulla frequenza ….kHz (dalle ore…alle ore…)
QTX  
Puoi tenere la stazione accesa per ulteriori comunicazioni con me fino al prossimo comunicato  (oppure fino alle ore ….)
Manterro’ la mia stazione accesa per tue ulteriori comunicazioni fino a prossimo comunicato ( oppure fino alle ore….)
QUA  
Hai notizie di…?
Ho sono notizie su….
QUF Hai ricevuto l’informazione sul disastro (emergenza) inviato attraverso….?
Ho ricevuto l’informazione sul disastro (emergenza) inviata attraverso……
QUM Posso tornare alle mie normali attività?
Puoi tornare alle tue attività normali
QRR Sei pronto per le operazioni in automatico?
Sono pronto per le operazioni in automatico


10. Cosa fare dopo

Non dimenticare di informare i coordinatori nazionale del R.N.R.E.  sulla  l’emergenza o sul traffico gestito.



Traduzione effettuata da Filippo Tusa IT9YVL del RNRE

Iscriviti alla nostra NEWSLETTER:

Informati sulla tutela della tua Privacy → clicca qui

Informativa sulla Privacy

Informati sulla legge che tutela la tua privacy

Privacy: i dati personali comunicati con il presente modulo sono trattati ai sensi dell’art. 13 del D.Lgs. 30/06/03, n. 196 "Codice in materia in materia di protezione dei dati personali", e verranno utilizzati esclusivamente per l'erogazione dei servizi richiesti. Tali dati non verranno comunicati a terzi per alcun motivo.

Credits